MILAZZO, DOMANI PRECARI IN SCIOPERO PER TRE ORE, DALLE 10 ALLE 13. RIVENDICANO PROROGA E STABILIZZAZIONE E DI FATTO IL LORO INCARICO E’ GIA’ A TEMPO INDETERMINATO SECONDO L’ORIENTAMENTO GIUDIZIALE DELLA CASSAZIONE

MILAZZO, DOMANI PRECARI IN SCIOPERO PER TRE ORE, DALLE 10 ALLE 13. RIVENDICANO PROROGA E STABILIZZAZIONE E DI FATTO IL LORO INCARICO E’ GIA’ A TEMPO INDETERMINATO SECONDO L’ORIENTAMENTO GIUDIZIALE DELLA CASSAZIONE

MA DALLA POLITICA REGIONALE E NAZIONALE ARRIVANO BUONE NOTIZIE: PROROGA DELLE STABILIZZAZIONI DA POSTICIPARE FINO AL 31 DICEMBRE DEL 2019 PER I COMUNI DISSESTATI COME IL NOSTRO. MA, INTANTO, I BILANCI 2016 E 2017 PERCHE’ NON SONO ANCORA ARRIVATI IN AULA?

 

BUONE NOTIZIE SU PIU’ FRONTI PER I PRECARI CONTRATTISTI DEL COMUNE DI MILAZZO. IL PRIMO RIGUARDA LA REGIONE SICILIANA LA CUI COMMISSIONE BILANCIO ALL’ARS HA VOTATO ALL’UNANIMITA’ UNA NORMA CHE CONSENTE AI COMUNI IN DISSESTO COME IL NOSTRO DI POSTICIPARE AL 31 DICEMBRE 2019 L’AVVIO DEI PROCESSI DI STABILIZZAZIONE, TERMINI CHE INVECE RIMANGONO TASSATIVI AL 31 DICEMBRE PROSSIMO PER I COMUNI NON DISSESTATI. QUESTO SIGNIFICA CHE A MILAZZO I PRECARI SARANNO PROROGATI D’UFFICIO E SU DISPOSIZIONE DELLA REGIONE FINO A TUTTO IL 2019 PER CONSENTIRE AL COMUNE IN DIFFICOLTA’ DI DEFINIRE I BILANCI ANCORA SOSPESI. E IN QUANTO A QUESTI INDISPENSABILI STRUMENTI CONTABILI NON SI CAPISCE COME MAI ANCORA GLI UFFICI NON HANNO INVIATO AL CONSIGLIO IL CONSUNTIVO 2016 E QUELLO DEL 2017 PER L’APPROVAZIONE DEFINITIVA DI ENTRAMBI.

ALTRA NOTIZIA IN FAVORE DEI PRECARI STORICI PROVIENNE DA ANTONIO CATALFAMO (FRATELLI D’ITALIA) CHE HA COMUNICATO CHE STA LAVORANDO COL SUO GRUPPO PER TROVARE UNA SOLUZIONE DEFINITIVA AL PROBLEMA DEI CONTRATTI A TERMINE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE COME AL COMUNE MILAZZESE CHE E’ IN DOPPIO DEFAULT.

CATALFAMO HA ANCHE RIFERITO CHE LA CASSAZIONE STA OPTANDO PER CONVERTIRE I CONTRATTI A TERMINE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CON UNA POSSIBILE CONVERSIONE GIUDIZIALE DEL CONTRATTO DI TALI CATEGORIE A TEMPO INDETERMINATO. QUESTO PERCHE’ DI FATTO I PRECARI CHE SVOLGONO DA CIRCA 30 ANNI LA LORO ATTIVITA’ NEI COMUNI SICILIANI SENZA INTERRUZIONE ALCUNA E IN PERFETTA CONTINUITA’ NON HANNO MAI DI FATTO SOSPESO I LORO CONTRATTI E NON SONO STATI MAI LICENZIATI DI ANNO IN ANNO NE’ HANNO PRESO ALCUNA LIQUIDAZIONE PERIODICA PER ACCENDERE I CONTRATTI SUCCESSIVI IN PRATICA RINNOVATI AUTOMATICAMENTE PER PROROGHE LEGISLATIVE; QUINDI INDIRETTAMENTE E IMPLICITAMENTE HANNO SEMPRE LAVORATO CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO (UNO STATUS CHE NON AMMETTE DEROGHE O CONTESTAZIONI). QUELLO CHE E’ MANCATO INVECE E SI SPERA CHE VI SI PONGA SUBITO RIMEDIO E’ UNA NORMA CHIARA REGIONALE E NAZIONALE CHE PONGA FINE A UNA GROSSA DISCRIMINAZIONE. CIO’ CHE INTENDE PERSEGUIRE CATALFAMO CON LA SUA AZIONE, MA A QUANTO SEMBRA ANCHE IL GOVERNO NAZIONALE PARE VOGLIA INSERIRE UN EMENDAMENTO DA APPROVARE COL MILLE PROROGHE CHE SANI LA SITUAZIONE DEI PRECARI DI MILAZZO (CITTA’ CON DOPPIO DEFAULT) PIU’ VOLTE MINACCIATI DI LICENZIAMENTO DAL SINDACO A CAUSA DEI BILANCI NON APPROVATI DI CUI TRA L’ALTRO NON SONO AFFATTO RESPONSABILI I PRECARI. UNA MINACCIA VANA CHE NELLA PEGGIORE DELLE IPOTESI COMPORTEREBBE AZIONI LEGALI CON RICHIESTE RISARCITORIE A CARICO DEI RESPONSABILI DI UNA SITUAZIONE GROTTESCA E PARADOSSALE DI CUI E’ ARTEFICE SOLO IL COMUNE.

PER QUANTO RIGUARDA INVECE LA QUESTIONE DEI PARCHEGGI A PAGAMENTO, LA RIUNIONE E’ STATA RINVIATA PERCHE’ IN AULA NON C’ERA NESSUNO CHE POTESSE VERBALIZZARE LA SEDUTA. A TAL PROPOSITO C’E’ STATA L’OCCUPAZIONE SIMBOLICA DELL’AULA DI DIVERSI CONSIGLIERI PER UN’ORA.

LA SITUAZIONE PARCHEGGI A PAGAMENTO NON E’ UNA COSA FACILE DA RISOLVERE PERCHE’ A MILAZZO VARIE DITTE SONO FALLITE IN QUANTO LE USCITE ERANO SUPERIORI ALLE ENTRATE CON RIPERCUSSIONI SUI SOCI DELLE COOPERATIVE CHE ALLA FINE HANNO DOVUTO SBORSARE MIGLIAIA DI EURO DI PERDITE DA SANARE.

Articoli simili

Posta un commento