CAD Sociale Milazzo: “Dopo la Diffida del Ministro dell’ambiente arriva la denuncia”

CAD Sociale  Milazzo: “Dopo la Diffida del Ministro dell’ambiente arriva la denuncia”

La nostra associazione a seguito della Relazione dell’Ispra e conseguente Diffida del Ministero dell’Ambiente alla Raffineria di Milazzo avvenuta nel mese di ottobre per le presunte violazioni di legge e sulle mancate prescrizioni AIA, oggi 17 dicembre ha presentato formale denunzia querela alla Procura di Barcellona. Difatti dopo regolare accesso agli atti all’Arpa di Messina  con il nostro legale l’Avv. Antonio Giardina da dove si evincono le attività condotte dalla Struttura Territoriale, a far tempo dal 7 marzo al 19 marzo 2018, conseguenti alla segnalazione di idrocarburi in mare nella rada di Milazzo oltre che da un primo accertamento e da un primo prelievo effettuato sulla falda acquifera del piezometro PZ112, si accertava un livello di sostanza idrocarburica (gasolio) surnatante di circa 40 cm. Rispetto a tali fatti esposti Confidiamo nel lavoro della magistratura e il CAD Sociale di Milazzo si riserva di costituirsi parte civile nell’instaurando procedimento penale per il risarcimento di tutti i danni patrimoniali e non patrimoniali subiti.

Dott. Giuseppe Marano Presidente del CAD Sociale di Milazzo

Articoli simili

Posta un commento