Era Mario Perniola. Storia di un’amicizia

Era Mario Perniola. Storia di un’amicizia

Sono felice di presentare il mio libro a Viterbo e, soprattutto, in un contesto così bello e importante come lo storico Caffè Schenardi. Tornerò per altri eventi” ha affermato il noto saggista e scrittore Giuliano Compagno, ieri pomeriggio, nel corso della presentazione del suo ventitreesimo libro “Era Mario Perniola. Storia di un’amicizia” dedicato a Mario Perniola, filosofo, saggista e scrittore italiano e teorico dell’arte contemporanea. Per circa trent’anni è stato Ordinario di Estetica all’Università di Roma “Tor Vergata”, incidendo profondamente sul pensiero occidentale, sulle categorie estetiche, sulle arti, sui Cultural Studies e sull’antropologia politica. La sua scomparsa segna il termine di una traccia filosofica durata oltre mezzo secolo che ha raccolto in una insuperata comunità i più grandi pensatori del Novecento.

Sono stati momenti ricchi di sentimento, pathos ed emozione quelli in cui Giuliano Compagno ha ripercorso la storia di questa sua grande amicizia con Mario Perniola e del bellissimo, quanto unico, legame che li univa.

Brillanti gli interventi dei due moderatori, Maria Teresa Petti docente che ha lavorato per le case editrici “Il Mulino” e Rubbettino e Giuseppe Iannaccone ex professore di Letteratura Italiana presso le Università di “Roma Tre” e “La Sapienza” e scrittore.

La presentazione del Libro dell’ultimo libro scritto da Giuliano Compagno è soltanto il primo di una serie di numerosi appuntamenti che avranno luogo presso Il Gran Caffè Schenardi di Viterbo che deve tornare ad essere quello che è sempre stato per la città dei Papi ovvero il suo punto di riferimento culturale in quanto legato intrinsecamente alla sua storia e alle sue vicissitudini.

Un ringraziamento particolare allo sponsor tecnico Opéra Chambre & Gourmet di Viterbo.

Articoli simili

Posta un commento