Prefettura di Messina: riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica

Prefettura di Messina: riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica

Approntato il Piano vigilanza estiva 2019 ed adottate misure stringenti per il contrasto della guida in stato di alterazione psicofisica da alcol o stupefacenti. Si è tenuta nella mattinata odierna, presso la Prefettura di Messina, una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, allargato alla partecipazione dei Sindaci dei Comuni maggiormente interessati dall’afflusso turistico estivo. Nel corso dell’incontro, il Prefetto ha richiamato l’attenzione sulla necessità di dedicare particolare considerazione all’attività di prevenzione e gestione delle situazioni di potenziale rischio per la pubblica incolumità riconducibili al massiccio afflusso di persone in occasione di spettacoli, intrattenimenti o manifestazioni pubbliche. A tal fine, sono state richiamate le circolari emanate sull’argomento dal Ministero dell’Interno, partecipate ai Sindaci assieme a quelle contenenti puntuali indicazioni sulle iniziative da assumere anche in materia di polizia stradale, contrasto dell’abusivismo commerciale e dei fenomeni di degrado urbano in genere, tematiche che assumono, nell’ormai avviata stagione estiva, profili di particolare interesse. L’incontro è stato, altresì, occasione di utile e proficuo confronto sulle connesse problematiche gestionali e sull’assunzione di sinergiche iniziative interistituzionali fra Enti locali e Forze dell’Ordine. In tale ambito, si è definita una specifica e coordinata attività di prevenzione finalizzata al contrasto della guida in stato di alterazione psico – fisica da alcol o stupefacenti, anche a seguito dei recenti, tragici eventi, che interesserà, altresì, i conducenti dei mezzi deputati al trasporto collettivo di persone. Si è, inoltre, convenuto di prevedere in tutti i comuni costieri, tanto sul versante jonico che tirrenico, un’omogena fascia oraria di chiusura dei locali di intrattenimento. A tal fine, i Sindaci sono stati invitati ad adottare apposite ordinanze che prevedano la sospensione delle emissioni sonore e la somministrazione di bevande alcoliche entro le ore 1.30, nel corso della settimana, ed entro le 3.00 nei giorni del fine settimana e dei festivi. La misura è stata approntata anche al fine di scongiurare il continuo spostamento da un locale all’altro degli avventori che, spesso in stato di ebbrezza, possono costituire un rischio per la pubblica incolumità. Nell’occasione, i Sindaci sono stati, altresì, invitati a porre in essere una mirata attività di controllo delle discoteche e, in genere, di locali che ospitano intrattenimenti musicali, finalizzata a verificare il possesso dell’agibilità e dei prescritti requisiti igienico – sanitari. In conclusione dell’incontro, il Prefetto ha ulteriormente richiamato l’attenzione dei Sindaci sui profili di security e safety riconnessi allo svolgimento delle pubbliche manifestazioni, affinché siano contemperate le legittime aspettative di divertimento con l’imprescindibile necessità di prevenire qualsiasi forma di rischio per la pubblica incolumità.

Articoli simili

Posta un commento