L’Associazione Teseo di Milazzo ha presentato la scrittrice Nadia Terranova

L’Associazione Teseo di Milazzo ha presentato la scrittrice Nadia Terranova

In una Milazzo povera di idee e arida sotto il profilo di iniziative culturali di largo interesse sociale, è emersa preponderante l’iniziativa privata che vuole in qualche modo cercare di colmare dei vuoti che sembrano ormai diventati sprofondanti e avvilenti voragini di disinteresse comune. Così, le poche Associazioni Culturali presenti sul territorio mamertino, si adoperano in maniera ammirevole nella ricerca di idee ed eventi che possano destare certe coscienze ormai sopite da lunghi anni di indolente non agire. L’Associazione Culturale Teseo di Milazzo presieduta dal Dr. Attilio Andriolo, dalla vicepresidente Rosetta Lo Vano e di altri ammirevoli collaboratori, si adopera da molti anni nell’ambito delle iniziative letterarie e culturali, atte a promuovere l’immagine di una Milazzo la cui proverbiale cultura storica non è seconda a nessuno. E così, com’è avvenuto anche in passato, l’Associazione Teseo si è accollata gli sforzi economici e organizzativi per portare a Milazzo l’ennesimo momento culturale che possa dare alla città quel respiro letterario che è fonte di riflessioni e motivo di aggregazione sociale. Ebbene, la risposta di Milazzo e dintorni, (fino ad arrivare alla città di Messina), è stata soddisfacente nell’assistere alla presentazione del libro della scrittrice messinese Nadia Terranova, edito da Einaudi e intitolato “Addio Fantasmi”. E’ stato un evento di largo interesse culturale, capace di coinvolgere e stuzzicare la curiosità di tanti amanti della letteratura presenti nel giardino di Villa Vaccarino. E neanche l’opprimente calura e la fastidiosa umidità che aleggiava in città, hanno scoraggiato i presenti a desistere ai tanti momenti di approfondimento creati dall’autrice, che nel corso della nostra intervista ha dato un esaustivo significato della sua ultima fatica letteraria. Bella la narrazione sul suo percorso letterario, che si è ben intersecato a un lato umano spesso intriso di ossessioni capaci di mettere in discussione il significato di tante cose che le capitano nella vita. E’ un rivedere in introspettiva ciò che all’apparenza non traspare, ma che ha il profondo significato dell’essere. Ed è questo che ha attratto il numeroso pubblico di Villa Vaccarino, e cioè un rivedersi dentro in ciò che è l’anima di questa scrittrice messinese, che grazie alla sua opera letteraria “Addio Fantasmi”, ha raggiunto il quinto posto nella classifica del Premio Strega 2019. In fondo è la ricchezza di ciò che partoriscono l’anima e la mente, così accomunate dal desiderio di esternare i propri sentimenti in una narrazione che dà spazio alla creatività. Dunque, i nostri sinceri complimenti vanno a Nadia Terranova, all’Associazione Teseo di Milazzo (che al termine dell’evento culturale ha pure offerto una refrigerante granita al limone che sa di Sicilia vera), ma soprattutto ringraziamo il pubblico dei lettori della città di Milazzo che ha saputo dare una risposta eloquente al legittimo desiderio di essere sempre più coinvolti a momenti letterari di tale spessore culturale.

Salvino Cavallaro

Articoli simili

Posta un commento