Pubblichiamo una lettera del sindacato Csa indirizzata all’Amministrazione comunale di Milazzo. Gravi le affermazioni contenute

Pubblichiamo una lettera del sindacato Csa indirizzata all’Amministrazione comunale di Milazzo. Gravi le affermazioni contenute

Oggetto: Gestione servizi e personale. Richiesta incontro urgente.

Facendo seguito agli impegni assunti da codesta Amministrazione in merito alla complessiva gestione delle risorse umane, con particolare riferimento alla stabilizzazione dei “contrattisti” ed alla riorganizzazione del personale tutto, nonché della definizione della complessa situazione finanziaria dell’ente, si ritiene non più procrastinabile l’attivazione di un tavolo permanente di confronto al fine di individuare le iniziative da mettere in campo per evitare l’interruzione dei rapporti di lavoro ed il conseguente collasso dei servizi (ricordiamo a tal proposito l’impegno assunto nel corso delle ultime sedute di Consiglio Comunale in merito alla predisposizione del “Piano Triennale dei Fabbisogni di Personale” con la previsione di tutti i posti necessari) .

Si coglie l’occasione per rammentare che nonostante la definizione dei bilanci fino al 2017 e la presentazione della Piattaforma da parte della scrivente O.S. si è ancora in attesa della definizione dei relativi Contratti Decentrati (fermi al 2010), con grave pregiudizio per gli interessi dei lavoratori che non percepiscono ormai da anni il corrispettivo di istituti obbligatori per legge (vedi rischio e turnazione).

Su tale ultimo argomento, dopo aver atteso con senso di responsabilità la convocazione prospettata nel corso dell’ultimo incontro, si significa che, decorsi 15 gg dal ricevimento della presente, ci si vedrà costretti ad attivare ogni azione per la tutela degli interessi del personale e delle prerogative della scrivente O.S.

Non nascondiamo la più viva preoccupazione per il futuro dell’ente che non riesce ad uscire dal guado di una situazione amministrativa e finanziaria al collasso (anche per scelte nelle politiche occupazionali che hanno lasciato scoperti ruoli nevralgici), ma non possiamo ulteriormente tollerare che a pagare, oltre alla collettività, siano soprattutto i dipendenti, per di più non di rado additati come responsabili di tale situazione, in un contesto in cui sembra che a funzionare puntualmente sia solo l’Ufficio Procedimenti Disciplinari.

In attesa di urgente riscontro, si porgono distinti saluti.

Il Segretario Provinciale agg.

S. Paladino

Articoli simili

Posta un commento