Spendibilità di somme attraverso forme di democrazia partecipata

Spendibilità di somme attraverso forme di democrazia partecipata

Il Comune ha avviato l’iter per destinare il 2 per cento della somma trasferita dalla Regione al finanziamento di proposte progettuali che dovranno pervenire da tutte le associazioni, enti, società, onlus e cittadini residenti. Si potrà spaziare in diversi ambiti di intervento concentrati sulla valorizzazione dei beni culturali, formazione e crescita dei giovani, iniziative ricreative e assistenziali rivolte alla popolazione anziana e disabile e tutela e salvaguardia degli animali domestici.
Progetti che saranno successivamente valutati dagli uffici competenti.
L’obiettivo dell’iniziativa è attivare una collaborazione con cittadini e associazioni presenti sul territorio, per realizzare forme di “democrazia partecipata” sulle tematiche scelte dall’ente.
È stato già pubblicato sul sito del Comune l’Avviso di consultazione pubblica con allegato lo schema di domanda per la presentazione delle proposte progettuali da parte di cittadini singoli o associati. Entro il 27 ottobre prossimo le proposte potranno essere presentate al Protocollo generale dell’ente o all’indirizzo pec, o tramite raccomandata, compilando una scheda allegata all’avviso.

Articoli simili

Posta un commento