EMERGENZA ECONOMICA: PROGRAMMARE DA SUBITO. DE LUCA SI INTESTI ANCHE QUESTA BATTAGLIA AFFERMA LA CISAL

EMERGENZA ECONOMICA: PROGRAMMARE DA SUBITO. DE LUCA SI INTESTI ANCHE QUESTA BATTAGLIA AFFERMA LA CISAL

Lo abbiamo scritto nei giorni scorsi: l’emergenza sanitaria a Messina si è inserita in un contesto economico di piena recessione e solo una forte azione di rilancio potrà salvarci dalla disperazione di un dissesto economico senza precedenti.

Occorre da subito mettere mani ad un piano straordinario che affianchi e rinforzi le asfittiche (almeno fino ad oggi) misure del Governo Nazionale e che dia concrete prospettive al tessuto economico cittadino, nella considerazione che nessun settore è oggi escluso dal rischio di una desertificazione che lascerebbe sul campo più vittime del virus.

Chiediamo al Sindaco De Luca di farsi carico anche di questa grave emergenza attivando le necessarie sinergie e facendosi ancora una volta portavoce delle richieste di aiuto del territorio.

Per la CISAL sono tre le linee di intervento su cui ci si potrebbe muovere già nel brevissimo termine:

  1. Attivare le indispensabili interlocuzioni con i Governi Nazionale e Regionale, attraverso le Deputazioni Messinesi, per concretizzare la sospensione dei tributi locali a carico di PMI, Commercianti ed Artigiani.

  2. Ridare vita e rafforzare il progetto “Brand Messina” (da sempre pallino del Sindaco De Luca) per mettere la nostra città, non appena superata la crisi sanitaria, al centro di circuiti commerciali e turistici attraverso la promozione del suo patrimonio artistico, culturale, monumentale , gastronomico ed artigianale.

  3. Nella considerazione che il Sud non è sede di aree industrialmente evolute che possano fare da traino ad una veloce ripartenza, far nascere da Messina un movimento di richiesta di specifiche misure per un Mezzogiorno in ginocchio sull’esempio, per intenderci, della Cassa per il Mezzogiorno che, almeno fino agli inizi degli anni ’70, riuscì a realizzare una serie di opere che rappresentarono una precondizione per lo sviluppo economico e sociale dell’Italia Meridionale e che dovrebbero finalizzarsi soprattutto allo sviluppo delle infrastrutture e delle competenze digitali.

E’ una sfida alla quale la CISAL si dichiara pronta e che siamo certi il Sindaco De Luca vorrà affrontare con la decisione che lo contraddistingue.

Articoli simili

Posta un commento