Conto Consuntivo 2017 incardinato in Prima commissione consiliare. Il Commissario della Regione Messina intanto sollecita per martedì prossimo la riunione di Consiglio per la disamina e l’approvazione

Conto Consuntivo 2017 incardinato in Prima commissione consiliare. Il Commissario della Regione Messina intanto sollecita per martedì prossimo la riunione di Consiglio per la disamina e l’approvazione

Si sono svolti questa mattina, in videoconferenza, i lavori della prima commissione consiliare sul Conto Consuntivo 2017. Un primo esame nel corso del quale alcuni consiglieri hanno richiesto chiarimenti al segretario generale nella sua qualità di dirigente dell’ufficio Ragioneria.
Nello specifico il consigliere Pippo Midili si è soffermato sui vincoli da apporre su somme a copertura e garanzia dell’anticipazione di liquidità ottenuta tramite il DL 78/2015.
«Si tratta di 8 milioni – ha detto – ottenuti dal Comune e utilizzati per pagare al cento per cento diversi creditori prima della dichiarazione di dissesto finanziario».
Il secondo chiarimento è stato posto rispetto alle entrate provenienti dalla Tari che a detta del consigliere sarebbero differenti in diminuzione a quanto poi realmente il Comune ha emesso come bollette. Un approfondimento ha riguardato anche altre bollette arretrate.

I lavori della commissione proseguiranno sabato mattina.
Intanto il commissario ad acta della Regione, Carmelo Messina ha comunicato al presidente Nastasi l’intenzione di convocare i lavori del consiglio comunale nella giornata di martedì per iniziare il dibattito che dovrà portare all’approvazione del Consuntivo.

Articoli simili

Posta un commento