VERONA – ISPETTORE DELLA POLIZIA DI STATO SOCCORRE UNA RAGAZZA NELLE ACQUE DEL LAGO DI GARDA

VERONA – ISPETTORE DELLA POLIZIA DI STATO SOCCORRE UNA RAGAZZA NELLE ACQUE DEL LAGO DI GARDA

Provvidenziale è stata la presenza sul luogo e l’intervento di un Ispettore della Polizia di Stato, appartenente alla Polizia di Frontiera Aerea di Verona/Villafranca che, all’alba di questa mattina, ha prontamente soccorso nelle acque del Lago di Garda una ragazza ventenne originaria di Pieve di Cadore (BL), ma attualmente domiciliata a Peschiera del Garda (VR). L’Ispettore Superiore della Polizia di Stato Mauro TRINCA RAMPELIN, libero dal servizio ed in villeggiatura in questi giorni a Peschiera del Garda presso un campeggio in località Pioppi con la propria famiglia, dopo essere stato attirato nel sonno dalle grida disperate di un gruppo di giovani, è immediatamente intervenuto, uscendo dal suo camper per soccorrere un gruppo di ragazzi intenti nella ricerca affannosa di una giovane del gruppo. Dalle notizie convulse apprese nell’immediato dal poliziotto, lo stesso veniva a conoscenza che gli amici non riuscivano più a trovare la ventenne dopo essersi tuffata per un bagno nelle acque del lago di Garda. L’Ispettore ha così immediatamente dato l’allarme ai soccorsi, chiamando i Carabinieri di Peschiera del Garda e a loro volta il 118. Dopo una ricerca effettuata nel luogo indicato dai giovani, il poliziotto riusciva ad individuare il corpo immobile della ragazza nel fondale del lago e, vista l’urgenza della situazione, senza alcuna esitazione si gettava vestito nelle acque, insieme ad un amico della giovane. A seguito dell’immersione effettuata, riusciva con difficoltà a portare in superficie il corpo privo di sensi della ventenne e, stremato per gli sforzi compiuti, a riportare la giovane vicino al pontile, dove issava il corpo per poterlo passare ai militari dell’Arma dei Carabinieri di Peschiera che, nel frattempo, erano giunti sul posto e che immediatamente si prodigavano, viste le condizioni critiche, a praticare le manovre di primo soccorso sino all’arrivo successivo dell’ambulanza del 118. Il Dirigente della Polaria di Verona Roberto Salvo, ha espresso parole di vivo apprezzamento per l’operato svolto dal proprio dipendente e dai militari dell’Arma dei Carabinieri e si augura che l’intervento congiunto delle forze dell’ordine intervenute in soccorso della ragazza possa aver contribuito a dare una speranza di vita a quella giovane vita.

Articoli simili

Posta un commento