– SOS UTENTI CONSUMATORI – MILAZZO – LA PULIZIA CITTADINA E’ MOLTO CARENTE, MA LE BOLLETTE AGLI UTENTI ARRIVANO A PREZZO PIENO

– SOS UTENTI CONSUMATORI – MILAZZO – LA PULIZIA CITTADINA E’ MOLTO CARENTE, MA LE BOLLETTE AGLI UTENTI ARRIVANO A PREZZO PIENO

— Si tratta di una tassa correlata pero’ al servizio…reso solo in piccolissima parte.

— DA SOS CONSUMATORI UTENTI RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO.

Pervengono alla presidenza di quest’Associazione di tutela dei Consumatori e Utenti continue lamentele sull’esosità delle bollette rifiuti che non corrispondono al reale servizio reso della Società che detiene l’appalto di che trattasi. La raccolta porta a porta, infatti, raggiunge appena il 15% di differenziazione dopo anni e anni di disservizio e da ciò si deduce che non è accettabile il prezzo pieno sulla bolletta che gli utenti sono tenuti a pagare in quanto il capitolato d’appalto elenca parecchi interventi e le famiglie si impegnano ogni sera a separare dovutamente plastica, lattine, carta, cartoni, umido e via discorrendo. Tutta fatica perfettamente inutile senza ritorni concreti per le massaie e i milazzesi.

La città, tra l’altro, appare sempre più sporca, anche perchè piazze, strade e quant’altro non vengono spazzate manualmente e debitamente e gli operatori ecologici si vedono raramente, con cadenze e ritmi lontani.

SOS Utenti Consumatori, sempre dalla parte dei cittadini, si è impegnata a diffondere, a mezzo stampa, le lamentele crescenti dei milazzesi qui sintetizzate affinchè le Istituzioni comunali preposte intervengano per i relativi controlli e per le eventuali soluzioni, diffidando la Ditta interessata a svolgere il lavoro previsto ed eventualmente A sanzionarla per ridurre così il costo delle bollette stesse. Tutto ciò, soprattutto in tempi come questi in cui il grave problema del Covid-19 è ancora in essere, per la qual cosa sono più che necessari pulizia, lavaggio strade e disinfestazione. Il tutto riguarda anche i giardini frequentati dai bambini e le pinete. Per non parlare delle deiezioni canine lasciate per strada e sui marciapiedi a causa dei padroni degli animali che non le raccolgono. In Piazza XXV aprile, dove ci sono alberi al centro, l’ambiente è pieno di escrementi. Insomma, la pulizia della città lascia molto a desiderare e i costi a crescere senza che ci sia un rapporto proporzionale costi-benefici.

I cittadini rivolgono un appello al Sindaco e all’Assessore interessato perchè a Milazzo torni la normalità in fatto di pulizia, anche rispetto al fatto che gli eventuali turisti che dovessero venire da noi in questa stagione già inoltrata non debbano notare la carenza della pulizia cittadina e l’incuria generale come qui riportato. I Cittadini a questo punto si chiedono: “la ditta appaltatrice non è responsabile, secondo il capitolato, della percentuale di raccolta differenziata raggiunta? E il Comune non è tenuto a decurtare il suo appannaggio secondo giusti criteri proporzionati alla gravità del problema?”. SOS Utenti Consumatori ritiene proprio di sì e sollecita anche le forze politiche in forma bipartisan, tutti i consiglieri, a dare voce ai milazzesi che lamentano defezioni di tal genere non più sopportabili, anche e soprattutto per ragione di salute e d’igiene ambientale. Ciò che riguarderebbe anche la Asl e i suoi specifici settori di sanificazione.

Esposto Firmato dal Presidente del sodalizio.

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

Articoli simili

Posta un commento