Due opere di mobilità sostenibile inserite nel progetto “Metropoli strategiche” di Milazzo


                                                                                  

Piano triennale delle opere pubbliche, l’Amministrazione punta ad accelerare dopo il via libera del consiglio comunale che ha approvato il maxi-emendamento presentato dal sindaco con due progetti di mobilità sostenibile  redatti nel 2014 dall’architetto Nino Giardina che sono stati ripresi e segnalati alla Città Metropolitana nell’ambito del progetto “Metropoli Strategiche” per la gestione degli aspetti progettuali in materia di finanziamenti europei.
Si tratta  del collegamento pedonale meccanizzato Vaccarella-Borgo tramite la salita Mezzaluna e del  collegamento tra il Borgo ed il Tono, nella riviera di Ponente tramite via Porticella nei pressi del Bastione delle Isole.
Opere – per entrambe esiste già lo studio di fattibilità approvato anche dalla Soprintendenza di Messina – che, se realizzate, riqualificherebbero zone importanti della città, dando anche respiro alla viabilità di accesso ai due litorali cittadini.
Altro inserimento nel maxi-emendamento è quello del recupero e messa in sicurezza della scuola elementare del Sacro Cuore per il quale esiste una progettazione esecutiva da un milione e 100 mila euro.
Di contro, invece, è stato eliminato dal Piano l’intervento di realizzazione delle tribune del campo di Fossazzo, in quanto si punta ad ottenere le somme col bando Sport e periferie e poi alcuni interventi legati alla pubblica illuminazione anche perché – sottolinea l’Amministrazione – si vuole operare con un project financing che sia produttivo e sostenibile per l’ente.

In sede di approvazione del Piano, la maggioranza consiliare ha bocciato invece i quattro emendamenti presentati dal gruppo “Italiano sindaco”.

Il Programma triennale dei lavori pubblici 2020-2022 – ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici Santi Romagnolo – è stato bocciato dall’ex consiglio comunale e riadottato senza modifiche dall’ex Giunta Formica. Ora abbiamo reinserito alcune opere che riteniamo fondamentali nell’ottica di attuare nella nostra città quella mobilità alternativa ed ecologica che rappresenta il nuovo modello ideale di spostamento in grado di diminuire gli impatti ambientali, sociali ed economici generati dai veicoli privati.

                                                                                              

Articoli simili