Bilancio Previsionale 2020 approda in Aula dopo il sì della 1° Commissione e viene approvato. Prossima la stabilizzazione dei contrattisti dopo 30 anni di attese


 

Passaggio rapido anche in prima commissione della proposta di delibera concernente il Bilancio previsionale 2020/22 e argomento che passa in Aula con l’unanimità dei voti dei consiglieri presenti, dopo aver ricevuto il parere favorevole anche del collegio dei revisori dei conti.
In linea di massima entro giovedì dovrebbe tenersi la seduta straordinaria di consiglio comunale per la votazione definitiva che consente all’ente di raggiungere un duplice obiettivo: da un lato riacquistare la normalità nel settore della documentazione finanziaria, visto che il Previsionale è l’ultimo atto che mancava per essere in linea con gli altri Comuni e poi consentire la stabilizzazione dei “contrattisti” di palazzo dell’Aquila, dopo ben 30 anni. Anche questo adempimento dovrebbe chiudersi entro fine anno, tra la soddisfazione degli interessati.

Nel corso dell’odierna seduta di commissione, presieduta dalla consigliera Valentina Cocuzza, dopo gli interventi dei consiglieri Nino Italiano e Antonio Foti, ha relazionato il sindaco Midili, evidenziando che nel bilancio sono stati inserite quelle somme necessarie per dar corso agli interventi che l’Amministrazione intende operare sul territorio. Interventi che passano attraverso la programmazione evitando il ricorso ai cosiddetti “contratti aperti”. Abbiamo incrementato e là dove assenti, creato dei capitoli di spesa per le manutenzioni e per il decoro urbano al fine di assicurare un riassetto continuo e costante del territorio in una fase che non deve più essere emergenziale. Dal punto di vista contabile il bilancio 2020 non si discosta dal precedente, tranne che per la voce “rifiuti” visto che occorre recuperare due milioni e 100 mila euro assenti nel precedente strumento contabile. Ma si tratta sostanzialmente di una partita di giro visto che a queste maggiore entrate corrispondono equivalenti costi”.  Il sindaco ha anche aggiunto che negli intenti dell’Amministrazione una delle priorità oltre al decoro cittadino, alla pulizia e alla tutela del verde, c’è soprattutto lo sviluppo turistico attraverso la valorizzazione ed il recupero del patrimonio storico e architettonico esistente. Un accenno anche al possibile ricorso, in determinati settori al progetto di Finanza “istituto che va utilizzando in maniera intelligente per rendere la città proiettata in una dimensione attuale e conforme ai canoni del vivere in maniera civile e dignitosa”.

Articoli simili