Messina. Attività istituzionale della Polizia di Stato e controllo del territorio

Messina. Attività istituzionale della Polizia di Stato e controllo del territorio

  • Hashish, eroina e cocaina in casa. La polizia arresta pusher. Rinvenute e sequestrate munizioni con la droga

Settineri Marco, 25 anni, messinese, volto già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato ieri sera e trasferito in carcere, presso la casa circondariale Messina Gazzi, dagli agenti della Squadra Mobile.

Aveva in casa droga e munizioni che i poliziotti hanno trovato grazie a specifici servizi anti-droga. Erano stipate in un appartamento a Gazzi, nella disponibilità dell’arrestato, che ci teneva una cinquantina di cartucce di vario calibro tra cui 22 proiettili del tipo generalmente in uso alle forze di polizia.

C’era poi un ampio assortimento di sostanza stupefacente che i rilievi del locale Gabinetto di Polizia Scientifica hanno dimostrato essere 2122 grammi di hashish, 3,3 grammi di marijuana, 72,86 grammi di cocaina, 11,42 grammi di eroina.

I reati contestati al venticinquenne sono detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, detenzione illegale di munizionamento di arma comune da sparo e detenzione illegale di munizionamento di arma da guerra.

  • Picchia la moglie. Arrestato. Soccorsa in strada dai poliziotti

I poliziotti delle Volanti a cui ha chiesto aiuto l’hanno trovata in lacrime, in palese stato di shock, i vestiti strappati e i chiari segni delle percosse.

La donna, subito soccorsa ed accompagnata presso il più vicino pronto soccorso ospedaliero, è riuscita a raccontare che a ridurla in quello stato era stato il marito dal quale si sta separando e che, durante l’ennesima lite, stavolta davanti i figli minori, 14 e 13 anni, non ha esitato a colpirla con calci e pugni e a sbatterle il capo contro il muro.

Quando la vittima ha tentato di chiedere aiuto col cellulare, l’uomo glielo ha sottratto e ne ha distrutto il display.

Gli agenti delle Volanti hanno quindi immediatamente avviato le ricerche del responsabile del pestaggio ai danni della donna rintracciandolo poco dopo e trasferendolo presso la caserma Calipari. Dagli accertamenti esperiti è emerso che la donna aveva già in passato dovuto ricorrere alle cure ospedaliere a seguito di continue vessazioni e maltrattamenti. 25 anni di matrimonio durante i quali si era verificata un’escalation di violenza fisica e psicologica.

Arrestato per i reati di maltrattamenti in famiglia, violenza privata e lesioni personali, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’uomo è stato trasferito presso la locale casa circondariale.

Articoli simili

Posta un commento