Andaloro e Maimone: “S’intitoli l’asse viario al giudice Livatino”

Andaloro e Maimone: “S’intitoli l’asse viario al giudice Livatino”

Intitolare l’asse viario al giudice Rosario Livatino. La proposta all’Amministrazione comunale è stata formulata nel corso della seduta di consiglio comunale di questa mattina dai consiglieri Alessio Andaloro e Martina Maimone che proprio da qualche giorno sono transitati nel gruppo “Italiano per Milazzo”.
“Un gesto che riteniamo opportuno  – scrivono nella richiesta presentata al sindaco Formica – perché si tratta di un personaggio che ha dato lustro alla nostra terra e all’Italia intera. Il “giudice ragazzino” nella sua attività si occupò di quella che sarebbe esplosa come la tangentopoli siciliana e  mise a segno numerosi colpi nei confronti della mafia, attraverso lo strumento della confisca dei beni. Ci avviciniamo al trentennale della sua morte e anche la chiesa ha concluso il processo di beatificazione. Ecco perché riteniamo   doveroso ricordarlo, anche attraverso la nostra toponomastica. Le nuove generazioni non debbono dimenticare  chi ha dedicato la propria vita per un Italia libera dalla  mafia».
Attualmente l’asse viario viene denominato “corso Sicilia” e rappresenta la principale arteria di collegamento tra l’autostrada ed il centro cittadino.
Per l’intitolazione occorre una delibera di giunta e l’autorizzazione del prefetto.

Articoli simili

Posta un commento