La Stradale ferma a Porpetto un furgone con dentro molti cuccioli di cane di varia razze sequestrati

La Stradale ferma a Porpetto un furgone con dentro molti cuccioli di cane di varia razze sequestrati

Lo scorso fine settimana i poliziotti della Polizia Stradale  in località  Porpetto, intercettavano un furgone con targa ungherese e lo fermavano per un controllo più approfondito.

Alla guida il cittadino ungherese di anni 46. I poliziotti della sottosezione Polizia Stradale di Palmanova accertata la presenza a bordo di un numero consistente di cuccioli di cane di varie razze, insospettiti si potesse trattare di un trasporto illegale, in considerazione del fatto che gli animali non sembravano avere già raggiunto il compimento del quarto mese di vita, interveniva il personale del NOAVA, il Nucleo Operativo per l’Attività di Vigilanza Ambientale del Corpo forestale regionale, nonché i veterinari della A.S.U.F.C. di Palmanova prontamente chiamati.

Al termine dei controlli tutti i 49 cuccioli di varie razze, tra cui bouledogue francese, spitz, maltese, golden retriver, yorkshire e barbone, risultavano avere un’età inferiore ai 3 mesi prescritti e di questi cinque non erano neppure stati microchipati.

Oltre al mancato rispetto dell’età necessaria per poterli commercializzare, tutti gli animali erano accompagnati da documentazione risultata falsa.

Visto i risultati dell’attività d’accertamento, tutti gli animali venivano sequestrati e affidati a strutture regionali autorizzate dove resteranno in custodia per motivi sanitari prima di essere affidati. Il trasportatore ungherese veniva denunciato per traffico illecito di animali da affezione, maltrattamento di animali, e falsa documentazione.

Anche questo accertamento, rientra una più ampia e vasta attività di controllo che vede impegnata la Polizia Stradale ed il Corpo forestale regionale, volta al contrasto di queste attività illecite, che trovano nella nostra regione una delle principali via di penetrazione dall’estero dei cuccioli di cani e di altri animali da affezione, destinati al mercato italiano.

Per gli interessati all’affidamento degli amici a quattro zampe sarà possibile fare istanza all’Azienda Sanitaria Universitaria del Friuli Centrale – Servizio Veterinario.

La Polizia Stradale sensibilizza chiunque volesse acquistare un cucciolo di cane di seguire queste poche ma fondamentali regole:

1)            Pretendere il pedigree quale garanzia non solo della genealogia ma anche dell’immunità da particolari patologie ( non sono obbligati a fornirlo gli allevatori privati )

2)            Andare direttamente a visionare il cucciolo presso l’allevamento al fine di verificarne le condizioni igieniche e l’effettivo rapporto con la fattrice.

3)            Dubitare di proposte economiche eccessivamente favorevoli; il brusco abbassamento del prezzo può essere indice di una animale allevato in paesi dell’est Europa e “ riciclato “ in Italia grazie a documenti falsi o completamente assenti.

4)            Queste verifiche sono particolarmente utili in periodi dell’anno, come le festività natalizie, in cui la richiesta di questo particolare regalo è molto frequente.

Articoli simili

Posta un commento