Attilio Andriolo, medico sportivo dei camp estivi della Juve

Attilio Andriolo, medico sportivo dei camp estivi della Juve

Salvino Cavallaro – Per lui l’importante è sentirsi partecipe della sua squadra del cuore, essere inclusivo di un mondo che ama fin da bambino. E’ la storia del Dr. Attilio Andriolo, medico chirurgo di Milazzo con tanto di specializzazione medico – sportiva rilasciata dalla F.I.G.C. Dopo aver partecipato con successo ai Summer Camp Juventus di Cascia nel luglio 2015, oggi a distanza di tre anni ha voluto fare questa nuova esperienza medico – sportiva, proprio in quello che da sempre viene considerato il cuore del settore giovanile della Juventus: Vinovo. L’entusiasmo di trovarsi in quell’ambiente da sempre sognato gli fa da sprone per esprimere il meglio di sé, quell’optimum di anni di esperienze vissute a curare gli altri e proporre consigli terapeutici per superare malanni di varia natura. Una sorta di impegno continuo, capace di intrecciarsi al senso etico professionale che è sfociato in lui come una missione che si è radicata nel tempo, fin dal giorno in cui si scrisse all’Università per seguire gli studi di medicina. Ma il calcio e la sua Juventus l’hanno accompagnato sempre come un sogno vissuto in quella sua Milazzo così lontana da Torino, ma al contempo vicina per passione sportiva. Difficile far capire agli altri, ciò che un medico non più giovane provi a un certo punto della sua vita a livello emotivo. “Sono molto contento” dice il Dr. Andriolo, “Mi trovo davvero bene. Vinovo, con le sue strutture sportive è davvero il meglio di quanto possa esserci per accogliere tanti giovani che amano la Juve e il mondo del calcio. La vita è sana ed è tonificata dai vari allenamenti che si ripetono durante l’arco della giornata. Sveglia di buon mattino, colazione in albergo e poi tutti a Vinovo per cominciare un altro giorno insieme. Noi medici collaboriamo con lo staff tecnico e seguiamo attentamente i ragazzi nelle loro attività sportive, per intervenire in caso di bisogno. E’ un trovarsi bene insieme per socializzare attraverso il calcio e i suoi fondamentali”. Già, il calcio e i suoi fondamentali visti con l’occhio attento del medico, cui sta a cuore la corretta postura del ragazzo che si deve sempre accompagnare a un quadro complessivo di buona salute. E chi meglio del Dr. Andriolo, medico di lungo corso in campo chirurgico e sportivo, può scendere in campo in aiuto dell’atleta che richiede delle cure? Se poi questi giovani atleti indossano la maglia della Juventus, allora il suo impegno è ancora più forte. Mai risparmiarsi, un medico non se lo può permettere, deve rimanere sempre vigile, questo il Dr. Andriolo lo sa. Ma in quei campi di Vinovo calcati fino a ieri dai grandi campioni della Juve, sembra che questo medico di Milazzo si senta a proprio agio, rinvigorito com’è da un pallone che i ragazzi rincorrono attraverso l’intenso profumo dell’erba che si accompagna al sogno di diventare veri calciatori. E’ un po’ come rimanere bambini, sognare di fare parte di quella Juve tanto amata. Così come succede al Dr. Andriolo da Milazzo; sentirsi utili a un progetto giovanile serio che è parte della grande famiglia juventina. Ciascuno con la propria professionalità, con il proprio credere nelle cose fatte perbene, apportando un po’ di quell’entusiasmo che va oltre ogni interesse economico, ma con la voglia di unirsi comunque a quella società torinese a strisce bianconere da sempre sognata. Proprio come il Dr. Attilio Andriolo, arrivato a Vinovo dalla lontana Milazzo.

Articoli simili

Posta un commento